Text size-+ |

Avoicomunicare

Telecom Italia

In Libia il futuro dell'energia pulita

I progetti ci sono già per una energia più pulita e anche più democratica. Uno di questi, ad esempio, è molto famoso, si chiama Desertec e potrebbe rispondere al 15% della domanda di energia elettrica europea con impianti solari piazzati nel Sahara. Nei paesi della sponda sud del Mediterraneo cresce il coinvolgimento verso le rinnovabili, ed è un processo che va in più direzioni. Da una parte mira a soddisfare la domanda energetica di questi paesi, dall'altra offre, grazie agli impianti che util...

Tozzi: perché l'Italia non può avere centrali nucleari

Il geologo e divulgatore Mario Tozzi esprime la sua opinione sul ritorno del nucleare in Italia. Son pochi i territori della penisola italiana geologicamente adatti a ospitare un reattore nucleare. D'altro canto nessun decisore politico a livello regionale, provinciale o comunale, né di maggioranza né di opposizione, vuole una centrale nucleare sul suo territorio. Questi due fatti insieme ci...

Nucleare, una scelta senza futuro

L'allarme per la sicurezza nella centrale nucleare di Fukushima non si placa, anzi cresce sempre di più. E mentre seguiamo col fiato sospeso i tentativi di raffreddare i reattori giapponesi, divampa la discussione sull'energia nucleare che sarà al centro del prossimo referendum in Italia. Per Gianni Silvestrini, direttore del Kyoto Club, il referendum ha il merito di aprire la discussione su una scelta che si è fatta senza nessun coinvolgimento dell'opinione pubblica e del Parlamento. Non c'è solo l...

Terremoto e tsunami in Giappone: emergenza totale, paura nucleare

Il Giappone è stato colpito in pieno dalla furia della natura e uno degli allarmi più preoccupanti  riguarda uno dei reattori nucleari colpiti dal terremoto. Nonostante la Iaea, l'agenzia dell'Onu per l'energia atomica, ha cercato di tranquillizzare l'opinione pubblica mondiale garantendo che i quattro impianti interessati dal sisma e dallo tsunami erano stati spenti e messi in sicurezza...

Tutti i danni del decreto sulle rinnovabili

Tutto il settore industriale della green economy si è mobilitato, a dimostrazione che esiste un mondo imprenditoriale che punta sul futuro dell'energia pulita e che sta subendo un duro colpo dal decreto Romani. “Gli incentivi andavano modificati, ma non così” spiega Gianni Silvestrini, direttore scientifico del Kyoto Club. In tutto il mondo nessuno, dopo la Germania, ha installato tanta potenza fotovoltaica come l'Italia lo scorso anno, continua Silvestrini spiegando che siamo riusciti a tenerci dietro colos...

A lezione dalla natura: l'economia della felicità di Gunter Pauli

La nostra economia è una trappola, semplicemente non funziona. Avremmo bisogno di un modello nuovo, capace di imitare la natura. È quella che Gunter Pauli ha chiamato Blue Economy. L'ha descritta in un libro e la porta avanti con cento progetti sviluppati con la fondazione Zeri (Zero Emissions Research & Initiatives). Il modello proposto da Pauli, che ha parlato a Roma nell'ambito delle iniziative...

Zorzoli: “Troppi vincoli alle rinnovabili ammazzano il settore”

Da giugno cambia tutto. Il nuovo decreto sugli incentivi approvato dal Consiglio dei Ministri fissa nuove regole per la produzione di energia da fonti rinnovabili. I punti salienti, e intorno ai quali la discussione si è fortemente animata, riguardano la riduzione degli incentivi per il fotovoltaico all'interno del terzo conto energia, mentre è scomparsa la proposta di porre un tetto di 8mila m...

Lo spot sul nucleare è ingannevole. Pronta la nuova versione

Quella partita a scacchi era truccata? Il Gran Giurì dell'Autodisciplina Pubblicitaria non ha usato queste parole, però ha stabilito che lo spot prodotto e diffuso dal Forumnucleare.it non andava bene. Letteralmente, il Giurì ha dichiarato che la pubblicità in questione “non è conforme all'art. 2 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale”, qu...

Libia, stop al petrolio? Subito più rinnovabili

Più passano i giorni e più dalla crisi libica nascono preoccupazioni e timori. Il disprezzo e la sconcertante violazione dei diritti umani, i possibili flussi migratori che potrebbero portare centinaia di migliaia di rifugiati politici libici sulla sponda sud dell'Europa sono motivi che tengono in allerta gli osservatori internazionali. E poi c'è la questione energetica che investe molto da vi...

Chicco Testa e il nucleare

"Molte persone usano il web, i blog e i social network come una lavagna a cui affidare le proprie emozioni. La maggior parte delle critiche che ci fanno provengono da persone che non fanno altro che dire: no, no e no! Senza argomentare e senza entrare nel merito delle questioni". AVC ha portato le vostre domande a Chicco Testa, presidente del Forum Nucleare Italia, che parla della comunicazione sui temi scottanti e complicati, internet, YouTube e i blog, i costi della futura energia elettrica e il referendum che verrà. &quo...

Basterebbe il 2% del Pil mondiale per salvare il pianeta

Sono 1.300 miliardi di dollari americani ogni anno da qui al 2050. Sarebbero sufficienti a cambiare il corso della storia del pianeta. Non solo porterebbero a compimento la rivoluzione verde che chiuderebbe il discorso sulle emissioni di gas serra, garantirebbero all'ambiente e alle nostre risorse una via d'uscita sicura dai pericoli con i quali stiamo logorando i nostri ecosistemi su tutto il globo. Non solo quei so...

Ian McEwan sul nucleare e sull'Italia. In italiano

«Tutto il movimento verde dovrebbe prendere in considerazione l'energia nucleare. Inutile pensare di avere abbastanza vento o sole per tenere accese le luci di Roma in una giornata piovosa d'inverno». Ian McEwan è uno dei più grandi scrittori viventi. Nel suo ultimo romanzo, Solar (Einaudi), racconta ironicamente la storia di un premio Nobel alle prese con energie sostenibili, spedizioni artiche e sfortunate storie d'amore. «Ogni ambientalista a una certa età si converte al nucleare. È...

M'Illumino di meno festeggia l'Unità d'Italia

Quando sette anni fa il tam-tam creato dalla trasmissione di Radio2 Caterpillar fece sì che l’Italia si “spegnesse” per ricordare  che il risparmio energetico è possibile, non ci si aspettava che l’appello riscuotesse un tale successo. E oggi che le adesioni all’iniziativa sono talmente tante e che Mi Illumino di Meno è ormai entrato nelle agende di pri...

Il treno delle rinnovabili accelera, l'Italia arranca

Innovazione, ricerca, incentivi. Sono queste le parole chiave per raggiungere un obiettivo tanto ambizioso quanto prezioso per l'energia europea: utilizzare solo fonti rinnovabili, sia per le case che per le industrie, entro il 2050. I prossimi quarant'anni sono stati il focus su cui si è concentrato il convegno annuale del Kyoto Club che, riprendendo lo spunto dal rapporto del Wwf (di cui abbiamo parlato ...

Una nuova energia è possibile, parola del Wwf

Si può fare. Assicurare energia elettrica a tutta la popolazione mondiale solamente con fonti rinnovabili, abbattere le emissioni inquinanti e, allo stesso tempo, garantire sicurezza nella produzione e nella fornitura di energia. Il tutto senza petrolio e senza nucleare. Questa è la strada verso un mondo nuovo di energia sostenibile descritta nell'Energy Report appena presentato in anteprima mo...

Diamo una strategia digitale all'Italia

Per i giovani che si costruiscono una prospettiva, per le piccole imprese che devono competere nel mondo, per i cittadini che cercano una migliore qualità della vita, l'opportunità offerta dalla tecnologia è irrinunciabile. Il XIX secolo è stato caratterizzato dalle macchine a vapore, il XX secolo dall'elettricità. Il XXI secolo è il secolo digitale. La politica ha posto l...

È già nato il bambino che camminerà su Marte

Su Marte ci arriveremo nei prossimi anni o, al massimo, nei prossimi decenni. Non ha senso preoccuparsi del costo del viaggio sul pianeta rosso: costa "solo" mille miliardi di euro, pochissimo se consideriamo il costo di una guerra anche minore che l'uomo combatte in questo momento sul nostro pianeta. Dice proprio così Giovanni Bignami astrofisico di fama e conduttore del programma scientifico I marziani siamo noi, su Sky. «Sebbene la ricerca sia in difficoltà in questo momento in Italia, io sono ottimista ...

Il solare va in città: ecco la filiera corta dell'energia

Non ci facciamo nemmeno caso, eppure stanno lì, fermi e immobili. Sono spazi grandi, stanno in città e sono di proprietà pubblica. Un giorno qualcuno deve averli guardati con un pizzico di fantasia in più ed ecco la scintilla che ha innescato l'idea e fatto nascere la storia di una nuova emigrazione urbana. Questa volta, però, a lasciare le campagne non sono i braccianti agri...

"Il nucleare? A cinquant'anni capisci che è giusto". Parla Ian McEwan

«Tutto il movimento verde dovrebbe prendere in considerazione l'energia nucleare. Inutile pensare di avere abbastanza vento o sole per tenere accese le luci di Roma in una giornata piovosa d'inverno». Ian McEwan è uno dei più grandi scrittori viventi. Nel suo ultimo romanzo, Solar (Einaudi), racconta ironicamente la storia di un premio Nobel alle prese con energie sostenibili, spedizioni artiche e sfortunate storie d'amore. «Ogni ambientalista a una certa età si converte al nucleare. È...

Bene il nucleare, ma non può essere l'unica soluzione

È stata tra i ricercatori chiamati ad analizzare in dettaglio il protocollo di Kyoto, ed è direttrice del Climate Policy Initiative di Venezia. Barbara Buchner considera una priorità quella dell'utilizzo consapevole delle risorse provenienti dal carbone, e per questo ci parla della carbon finance e dei suoi obiettivi. E soprattutto non è contraria all'investimento nel nucleare, in quanto risorsa veloce e a conveniente impatto ambientale a cui non si può non ricorrere a fronte di un incremento demogr...

Carbon Meter

Calcola l'impatto della tua vita sull'ambiente

Le donne di avc

Le donne di avc

Il food di avc

Il food di avc

Italiambiente

Italiambiente