Text size-+ |

Avoicomunicare

Telecom Italia

Downshifting: lavorare meno e vivere meglio

SemplicitàDownshifting ha molteplici significati: prendersela con calma, non affannarsi, in primo luogo per le questioni di lavoro, i soldi, la carriera.
 

Non so voi, ma io voglio lavorare per vivere e non vivere per lavorare. Bisogna rilanciare concetti come lavorare meno, lavorare tutti. Non si può andare "in carcere" 12 ore al giorno (compresi gli spostamenti), tornare a casa sfiniti, la testa ancora piena delle porcate sentite o subite sul lavoro, mangiare e poi subito a letto stravolti. 12 ore al giorno, 60 ore alla settimana. [...] Schiavi-sudditi troppo stanchi per protestare, oppure timorosi di perdere il posto. Dobbiamo rilanciare un modello di società solidale, di individui che si sostengono e si aiutano tra loro. Il blog di Beppe Grillo 

Downshifting ha molteplici significati: prendersela con calma, non affannarsi, in primo luogo per le questioni di lavoro, i soldi, la carriera. Significa fare meno e meglio, con più passione e più senso e in modo più semplice, a prescindere da quello che si fa. Significa avere più tempo per sé, la propria famiglia, gli amici, gli hobby, le vacanze. Perché il downshifting promuove una riduzione in tutti quegli aspetti che nella normale esistenza di una persona occidentale provocano stress, ansia, perdita di contatto con le cose che hanno più senso nella vita. E, alla fine, rischiano di far perdere il senso e il gusto di vivere.

Il libro di Simone Perotti, Ufficio di scollocamento, parla chiaro: occorre uscire dal sistema di questo capitalismo consumista. Là fuori c’è una vita a impatto inferiore, sia ambientale che economico, che richiede meno stress e soldi per essere vissuta, che è assai più ricca di soddisfazione e orgoglio nell’autoproduzione alimentare ed energetica, vivibile in luoghi dove abitare e nutrirsi costa un decimo, dove può rinascere anche il senso esistenziale che abbiamo perduto. Grazie agli altri.
Il tema della rigenerazione della comunità ritorna a spiccare fra l'individualismo generale: condividere case (cohousing), oggetti (baratto), mobilità (car sharing), servizi, orti, energia, per vivere con meno denaro, più liberi, controcorrente.
Se non ci rimettiamo in marcia per un altro schema di vita, rischiamo di fare una pessima fine.

Gli stessi Nomadi Digitali, di cui abbiamo parlato in una puntata di Scelte Sostenibili, nel loro Manifesto sostengono tutto ciò che rappresenta innovazione, condivisione e collaborazione, e che l'incontro fra persone e idee diverse sia alla base di tutti i processi di cambiamento e innovazione sociale. Anche il lavoro da casa o telelavoro ha una connotazione sostenibile, basti pensare alle fasce sociali che ne possono trarre beneficio, come le mamme e i loro numerosi impegni personali, famigliari e professionali.

Strettamente connessa a questa linea di pensiero è Vivere con Lentezza, l'associazione fondatrice della Giornata della Lentezza, che si celebra il 26 marzo di ogni anno e che è dedicata a ritrovare la giusta velocità della vita. Che per ognuno può essere diversa, ma che spesso è governata dai troppi impegni, dalla vita di città e dalle esigenze degli altri.
Per riflettere su duraturi cambiamenti di stili di vita in armonia con gli altri e l'ambiente, per coniugare aggregazione sociale, diffusione della cultura e passione per i libri, l'amore per la natura e sostegni del lavoro nei Paesi poveri.

La decrescita è prima di tutto riconoscimento del valore non monetario dei sistemi ecologici e l’auspicio di una loro gestione responsabile, condivisa, partecipata. 

POST CORRELATI:
Downshifting: il baratto per una decrescita felice>>
Il decalogo del downshifting in tempo di crisi>>
 

Commenti

L'ipocrisia di questo

L'ipocrisia di questo intervento è spaventosa. Perchè non iniziate a provare quanto sopra descritto nei Vostri Customer, o nei Vostri uffici dove invece è altissima la percentuale di stress da lavoro correlato ?

Carbon Meter

Calcola l'impatto della tua vita sull'ambiente

Le donne di avc

Le donne di avc

Il food di avc

Il food di avc

Italiambiente

Italiambiente